augustus profile

 

Imperium Romae. Imperium è una parola connaturata con la storia e la grandezza di Roma. E nasce con la volontà politica di Gaio Giulio Cesare Ottaviano Augusto (63 a.C. – 14 d.C.).

Fu la campagna più strepitosa e dirompente che Augusto condusse e non fu di carattere bellico. Egli compì un battage pubblicitario dell’importanza di sé e dell’impero tale da non tramontare per secoli. Il fulcro e centro dell’impero divenne l’Urbs anche a centinaia di chilometri di distanza e, il reggente, l’imperatore, divenne il garante di stabilità e pace tra il regno degli uomini e quello degli Dei. Nacque così la figura e la responsabilità diffusa di un uomo che sarà considerato il riferimento politico assumendo anche carattere religioso, nonché divino, a proclamare ordine e prosperità per tutto l’allora mondo conosciuto.

 

Interessanti concetti che lasciano ripercorrere la nostra storia, enunciati durante la conferenza tenutasi a Palazzo delle Esposizioni, in collaborazione con le Scuderie del Quirinale, a cura del professor Giovanni Brizzi: ‘Augusto pop: il topos imperiale e le sue sopravvivenze’. Questo incontro è stato uno degli appuntamenti di un ciclo di conferenze impostato sulla figura di Augusto, e durante il quale è stato posto in evidenza, in maniera strabiliante, come sia possibile creare un comune sentire attraverso il passaggio veloce ed immediato di un messaggio che possa infondere sicurezza e che comunichi e prometta prosperità.

 

Le conferenze sull’argomento hanno avuto luogo da ottobre a dicembre in occasione della mostra su di Augusto ancora visibile fino al 9 febbraio p.v.

 

La mostra celebra i duemila anni dalla morte di Augusto con una spettacolare riunione di circa duecento opere per lasciarci fruire ancora dell’arte visiva dell’epoca, espressione di una volontà forte e programmatica come quella del primo imperatore del mondo romano.

Imperdibile.

 

L’appuntamento per la prossima visita guidata è per domenica 19 gennaio 2014 ore 18:00 a cura di ITINEROMA

 

 

 

Commenti

Share on Facebook0Share on Google+0Pin on Pinterest0Tweet about this on Twitter

Inserito da e-zine il 27 Dicembre 2013