Nel segno del quadrato

Mostra bipersonale degli artisti Toni Costa e Hans Jorg Glattfelder

Sono state selezionate opere degli artisti Toni Costa e Hans Jorg Glattfelder particolarmente rappresentative del loro percorso artistico.

Il punto in comune dei due artisti è dato dalla ricerca costruttivista: nel primo abbiamo un’arte programmata con effetti ottici dati dallo spostamento del fruitore di fronte all’opera, nel secondo assistiamo alla creazione dell’opera tramite un progetto organizzato razionalmente: il modulo è costituito da piramidi a base quadrata ripetute con variazioni cromatiche.
Le così svariate combinazioni ottenute mostrano la ricchezza e la complessità dell’ideazione sottostante.
Notiamo che agendo sulla tridimensionalità delle struttura compositiva si determinano delle prospettive inverse di vuoti e pieni, di primo piano e sfondo.
Tutto ciò crea, in quest’arte concreta, incertezza nella visione quindi plurivocità del significato.

Un’altra caratteristica comune ai due artisti risiede nei materiali di natura industriale utilizzati: delle banderelle di tela o pvc, e delle piramidi di materiale plastico.

La “Dinamica Visuale” di Toni Costa mostra come la variazione dell’immagine si realizzi davanti allo spettatore, non più passivo ma coinvolto nella visione dell’opera d’arte.
L’arte programmata crea quindi un’immagine variabile, ma entro certi limiti, strettamente correlati al movimento del fruitore.

Silvano Battistotti

Commenti

Share on Facebook0Share on Google+0Pin on Pinterest0Tweet about this on Twitter

Inserito da ArteGioia107 il 24 Settembre 2014