Strappi, segni e ferite

Strappi, segni e ferite
Esposizione d’arte contemporanea

Dal 4 al 19 novembre 2014

Artisti: Bruno Carati, Chantal Michaux, Antonio Franzetti

Dal 4 novembre nelle salette Guttuso e Mirò della galleria Sabrina Falzone di Milano saranno esposte le opere selezionate per il progetto espositivo intitolato “Strappi, segni e ferite”, un evento dedicato ai grandi temi della violenza e del dolore intesi come lacerazione psichica o spirituale.
Spesso la sofferenza accompagna la vita degli artisti, sovente dotati di una sensibilità altra, ed è talvolta il raggiungimento di un apice emotivo molto elevato a generare “arte”.
Si potranno ammirare fino al 19 novembre 2014 le opere di Chantal Michaux dal cromatismo intenso, gli originali cartoni compositi di Bruno Carati e il gruppo scultoreo pieno di pathos realizzato da Antonio Franzetti. Le sue sculture evocano sentimenti di strazio umano e le turpi ferite dell’anima per abbracciare una filosofia di pensiero dal valore universale.
La tracotanza materica della pittura di Chantal Michaux, unita all’enfasi gestuale, suggerisce una personalità dal temperamento vitale, in lotta con la vita stessa e piena di forza interiore.
Di contro, la pacatezza visiva dei cartoni di Bruno Carati suggerisce un altro sguardo sul mondo, svuotato delle tensioni materiche di Michaux e dell’angoscia universale narrata da Franzetti, ma ci restituisce una immagine idealizzata dell’esistenza, mitigata dalla quiete cromatica e dalla frammentazione del piano pittorico.

Info: Galleria Sabrina Falzone, Sale Guttuso e Mirò:
Via Giorgio Pallavicino 29
20145 Milano – Italia
Orari di apertura: da martedì a venerdì dalle ore 16 alle ore 19; sabato dalle 10 alle 12.
Chiuso lunedì e festivi
Ingresso gratuito
www.galleriasabrinafalzone.com

[fbcomments]

Inserito da Sabrina Falzone il 14 Novembre 2014