Virtuosismi tecnici – Nelly D’Urso – Antonella Serratore

Il Museo Emilio Greco di Catania torna a ospitare ancora un altro evento della prestigiosa Accademia Federiciana. Fino al 9 aprile nelle sue sale è visitabile la doppia mostra personale, dal titolo “Virtuosismi tecnici”, delle pittrici Nelly D’Urso e Antonella Serratore. Promossa dall’Accademia Federiciana e curata dal noto critico d’arte Fortunato Orazio Signorello, la mostra propone opere di medio e grande formato – molte delle quali sono state già esposte, riscuotendo unanimi consensi di pubblico e di critica, a prestigiose expo e rassegne d’arte contemporanea nazionali e internazionali – frutto dell’interessante e personale ricerca espressiva delle 2 valide artiste; che sono approdate con successo a uno stile subito riconoscibile.

Nata a Catania nel 1950, Nelly D’Urso ha completato gli studi all’Accademia di Belle arti di Catania, dove è stata anche allieva di Piero Guccione. Pittrice figurativa attiva nell’ambito del realismo e dell’espressionismo, ella realizza prevalentemente pastelli e oli. Il culmine del suo operato è costituito da opere, proponenti tematiche sociali in grado di suscitare riflessioni ed emozioni, caratterizzati spesso da toni cromatici vividi. Tra i critici d’arte più noti che si sono occupati di lei figurano Paolo Levi, Fortunato Orazio Signorello, Giorgio Falossi e Riccardo Campanella. Ha partecipato, su invito, a mostre nazionali e internazionali. È socia dell’Accademia Federiciana (Catania). È presente in molti annuari e dizionari d’arte. Nel 2010 la Kritios Edizioni ha pubblicato, curata da Fortunato Orazio Signorello, la monografia “Nelly D’Urso. Mimesi figurativa”. Nel 2015 al Museo Emilio Greco di Catania si è svolta, organizzata dall’Accademia Federiciana e curata da Fortunato Orazio Signorello, una sua mostra personale dal titolo “Esplicitazioni cromatiche”.

Formatasi studiando all’Istituto statale d’arte di Catania, Antonella Serratore, che nata a Lentini (Siracusa) nel 1948, nel corso della sua attività ha approfondito, al fine di approdare a una proprio linguaggio espressivo, vari stili. Tra i critici d’arte più noti che si sono occupati di lei figurano Paolo Levi, Fortunato Orazio Signorello (che all’artista ha dedicato una pubblicazione monografica, editata nel 2012 dalla Kritios Edizioni, dal titolo “Antonella Serratore. Dinamismo stilistico”) e Giorgio Falossi. È presente in diversi annuari e dizionari d’arte. È socia dell’Accademia Federiciana (Catania). Negli ultimi anni ha preso parte, tra l’altro, alle seguenti mostre ed expo: Rassegna d’arte visiva “Stili contemporanei” (Lentini, 2015), VI Rassegna d’arte visiva “Arte al femminile” (Catania, 2015-2016), “Spoleto Festival Art” (Spoleto, 2015), II Esposizione internazionale d’arte contemporanea “GenovaContemporanea” (Genova, 2015), “Art today” (Catania, 2016).

La mostra è visitabile – fino al 9 aprile – domenica dalle 9 alle 13; da lunedì a sabato dalle 9 alle 19. È supportata da una brossura e da 2 monografie sulle 2 artiste, curate da Fortunato Orazio Signorello ed editate dalla Kritios Edizioni, che saranno date in omaggio a tutti i visitatori. Ingresso libero.

Commenti

Share on Facebook0Share on Google+0Pin on Pinterest0Tweet about this on Twitter

Inserito da CultPressNews il 4 Aprile 2017