Illusioni colorate

Gulia e Karolina Lusikova sono una ideale coppia artistica un duo artistico russo, madre e figlia lavorano a 4 mani per realizzare dei lavori pieni di fantasia e colori. La realtà da cui partono è seria ed effimera allo stesso tempo, i loro lavori sono un elaborazione di teorie e ipotesi scientifiche virtuose o progetti di chiese o teorie varie che nel passato sono state rese note anche attraverso la stampa; ed è qui che bisogna soffermarsi, il nocciolo dei loro lavori è nell'utilizzo di pagine e disegni storici serviti a dimostrare delle tesi scientifiche che anche ai nostri giorni rimangono un enigma o progetti architettonici di cui è rimasta o non testimonianza. Si parla di teorie delle stringhe, teoria del tutto, magnetismo, radiazioni, spazio-tempo e fluttuando in questo mondo colorato si effettua un viaggio nella fisica teorica attraverso le entità fisiche fondamentali, pagine scelte che vengono stampate utilizzando il vecchio metodo di stampa: il torchio, le artiste si calano in una realtà che ormai non esiste quasi più, e nell'antica stamperia "L'acquaforte di Luigi Ferranti" nel palazzo del Monte di Pietà a Roma utilizzano gli antichi torchi impressionando le carte che poi verranno rielaborate.

La loro ricerca è interessante e pari al risultato visivo, infatti le loro opere sono poi colorate impiegando vecchie tecniche decorative utilizzate in epoca vittoriana (XIX secolo), come lo schizzo con le mascherine e/o il découpage. E' interessante l'associazione di ipotesi scientifiche proposte nel passato che si studiano ancora nel presente, o l’impiego di assonometrie di architetture gotiche o pagine che spiegano antiche teorie musicali e dell'utilizzo di un passato tecnico. Per completare l'opera a pennello ed a fantasia vengono, poi, eseguiti i tratti che qualificano ogni opera, tratti che ricordano le mappe neuronali, le formazioni cristalline, le composizioni floreali, questi sono mondi che si contaminano a vicenda, interconnessi che dialogano in forma fluida e che danno vita ad una dimensione fantasiosa e ideale.

Le Lusikova rientrano nella corrente di pensiero che lavora sulla ricerca tra arte e scienza, dovremmo a questo punto interrogarci sul legame tra arte e scienza? Il vincolo tra le due discipline è grande fin da sempre, basta pensare che nel passato molti artisti classici erano anche degli scienziati, come per esempio Leonardo Da Vinci; e tanti altri noti artisti per migliorare il proprio talento imitatorio facevano degli studi anatomici di flora, fauna e del corpo umano, essi attingevano dalle scienze i soggetti e/o i particolari dei propri dipinti, è quindi un fatto accertato che sia le scienze naturali che fisiche hanno ampiamente influenzato le tecniche pittoriche. Dove potremmo collocare le nostre artiste russe? Gulia Lusikova a fine anni 80 inizio 90 faceva parte del gruppo di avanguardia bielorussa "Blo" corrente ufficialmente riconosciuta in Russia, Karolina nata a Minsk ha seguito la madre nei suoi percorsi artistici ed si è inserita nel tessuto artistico italiano intervenendo in diverse arti; hanno deciso di seguire insieme un pensiero logico/scientifico ritornando sulle tracce familiari che il nonno Zalaiev aveva iniziato con i suoi studi geofisici, e partendo dai suoi grafici di analisi dei dati, le stampe dei grafici plotter delle analisi geofisiche del terreno "grafici enormi e bellissimi" (dice Karolina) hanno elaborato una tecnica tutta personale.

L'interessante connubio ragiona sulle questioni del passato ed attuali e ci porta nel loro mondo poetico, tanto che davanti alle loro opere avremmo l'impressione di essere "Alice nel paese delle stringhe". In realtà ci troviamo immersi in un mondo sgargiante di colori e di illusioni, sembra di stare in una dimensione bonaria e di sospensione visuale fatto di elementi preziosi. Si può dire una scelta felice di riuscire a conciliare l'arrivo della primavera con l'ingresso nel mondo delle illusioni colorate di Gulia e Karolina Lusikova.

Commenti